Per una politica dell’oltre

Fête_de_l'Etre_suprême_2

L’associazione Apertamente mi ha chiesto di contribuire al nuovo aggiornamento del loro sito. Partecipo sempre con piacere al lavoro di una realtà culturalmente e politicamente così solida. Il mio intervento verte sulla «dimensione dell’oltre nella politica contemporanea».

Il dolce naufragare di Leopardi è un’esigenza connaturata all’essere umano. Unico animale dotato di autocoscienza, almeno a tale livello di complessità, l’uomo non è che un punto disperso nelle infinite distese del cosmo: in queste l’occhio trova rappresentazione tangibile di come il mondo in cui l’individuo è gettato trascenda le sue capacità di comprensione. Una Weltanschauung che non tenga conto di questo elemento, di volta in volta perturbante o esaltante, è monca. Somiglia a un uomo che coltivi soltanto il suo giardino senza accorgersi della foresta che cresce a pochi passi dalla staccionata.

Continua qui.

Annunci

Informazioni su giovannitomasin

Giornalista professionista, scrivo abitualmente per il quotidiano Il Piccolo di Trieste. Archeologo di formazione, ho una passione inestirpabile per tutto ciò che è Mediterraneo.
Questa voce è stata pubblicata in Filosofia e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Per una politica dell’oltre

  1. Humachina ha detto:

    Sarà la teologia paolina a ravvivare nuovamente il fiore della politica? Su questo punto Tronti e Cacciari dialogano da tempo.

    • giovannitomasin ha detto:

      E’ una domanda su cui, si parva licet, mi arrovello da un bel po’. Che le condizioni presenti non siano incoraggianti non ne scalfisce l’urgenza. E’ il momento di pensare a fondo, come dice Tronti (che farebbe meglio a seguire pedissequamente il suo stesso consiglio).

      Peraltro questo testo è cresciuto (un po’ frettolosamente, c’è qualche refuso che ho chiesto di togliere) ai margini del lavoro che ho fatto per un altro articolo, più corposo, che pubblicherò prossimamente sul sito di Scenari-Mimesis. Una riflessione nata dal libro sul katéchon di Cacciari.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...