Battaglie d’immagini

Pubblicato da Il Piccolo il 22 agosto 2014.

guerrigliere

«Non abbiamo paura dell’Isis, è l’Isis ad aver paura di noi». La frase è accompagnata dall’immagine di un gruppo di guerrigliere curde. In questi giorni si parla molto della macchina di propaganda messa in atto dal cosiddetto califfato attraverso i social network. Ma anche gli avversari degli islamisti sul campo di battaglia sono attivi in Rete e rispondono colpo su colpo. Le sigle di riferimento delle forze curde impegnate in prima linea nello scontro con l’Isis sono uno strumento utile, soprattutto su Twitter, per seguire gli aggiornamenti del conflitto. E per vedere il modo in cui la Rete viene utilizzata come strumento istantaneo per influire sul morale del nemico.

Se l’Isis riempie i social network di immagini truculente di nemici squartati, decapitati e crocefissi, i curdi rivendicano i risultati di ogni scontro, pubblicano immagini di guerriglieri in marcia e delle armi sottratte agli avversari. Rivolgono la passione dell’Isis per i video di propaganda contro di essa, rivendicando l’uccisione dei militanti che vi compaiono: nei giorni scorsi girava su Twitter l’immagine di un islamista intento nello sgozzare un prigioniero affiancata da una foto del cadavere dell’assassino. Ieri hanno fatto circolare la notizia della morte in combattimento di Abu Musa, l'”ufficio stampa” dello Stato islamico che compare nel documentare realizzato da Vice News.

#amessagefromIsistoUs (un messaggio dall’Isis agli Stati Uniti) è uno degli hashtag utilizzati dagli estremisti per diffondere i loro messaggi. Molti curdi lo usano per sbattere in faccia ai «gangster» islamisti i risultati ottenuti: « Ypg: negli ultimi tre giorni le nostre forze hanno ucciso 140 membri dell’Isis nell’area intorno a Jazza». A sua volta #TwitterKurds è l’hashtag di riferimento per l’andamento del conflitto.

Ma su Twitter si ottengono informazioni che difficilmente compaiono sui media internazionali. Da due anni le forze del Ypg, ramo siriano del Pkk, combattono con successo contro l’Isis. Quando gli islamisti si sono rivolti contro il Kurdistan iracheno, l’ Ypg è intervenuta in sostegno del governo locale, aiutando i peshmerga di Masud Barzani a fermare l’offensiva. Secondo le testimonianze dei profughi, inoltre, l’ Ypg ha avuto un ruolo fondamentale nel salvataggio di molti yezidi intrappolati sulla catena del Sinjar.
Ciò ha creato un’inedita alleanza anti-Isis fra il Ypg-Pkk (ufficialmente considerato terrorista da Usa e Ue) e il governo locale del Kurdistan iracheno, fino a ora avversari. Ecco perché # Ypg, #Pkk, #Hpg, #Krg (sigla dei peshmerga e del governo regionale) sono hashtag utili per comprendere tanto l’evolversi della situazione quanto le frizioni fra le diverse anime curde. Frizioni che interessano anche l’Europa che si appresta ad armare i curdi.

Annunci

Informazioni su giovannitomasin

Giornalista professionista, scrivo abitualmente per il quotidiano Il Piccolo di Trieste. Archeologo di formazione, ho una passione inestirpabile per tutto ciò che è Mediterraneo.
Questa voce è stata pubblicata in Giornalismo e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a Battaglie d’immagini

  1. Matita Arancione ha detto:

    Articolo molto interessante, complimenti

  2. I media italiani non dicono una parola sul PKK e sul suo fondamentale ruolo contro l’Isis. Ah già, ma quelli sono comunisti. E poi non bisogna turbare D’Alema con cattivi ricordi, poverino.

  3. giovannitomasin ha detto:

    Btw, l’articolo è di qualche tempo fa, e allora i media internazionali non avevano ancora iniziato a segnalare con chiarezza il ruolo di ypg-pkk. Ora andrebbe aggiornato: soltanto in Italia pare non si siano accorti di nulla.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...