La lettera R

ADS_esecutiva_00_colore4_600x_2c1f1f4c55536b11b2ea8e6394da3234

‘ieccoci alle p’ese con le cinese’ie di questi Wu Ming… Dopo questo mattone sull’imp’onunciabile evento quei quatt’o bifolchi p’omettono di non molesta’ci più i dioscu’i con alt’i romanzi sto’ici. Spe’iamo ben che sia ve’o. E se p’op’io volete t’a’ne qualche conclusione, dal suddetto volume, è che gli st’accioni al lo’o posto devon sta’e, se no va semp’e a fini’e che mandan tutto in vacca da soli. E a quel punto, pa’ola mia, si a’iva noialt’i a impa’ti’gli un po’ di pote’e esecu-*

BAM!

MangiameRda d’un boRghese, lo spiRito di MaRat t’insegna che non hai compReso una gRan neRchia! La RRRRRRivoluzione va fatta e Rifatta impaRando dagli eRRoRi. Fin che non vien giusta, negoddio!

Dalle acque melmose del canale veneziano in cui Emanuele De Zante l’ha gettato, lo schiavone Gigek gesticola e bofonchia:

Quando Heidegger caratterizza l’avvenire stesso come “essere-stato” (Gewesene) o, più precisamente, qualcosa che è “essendo-stato”, egli colloca l’avvenire stesso nel passato; non, ovviamente, nel senso che viviamo in un universo chiuso in cui ogni possibilità futura è già contenuta nel passato, in modo tale che possiamo solo ripetere, realizzare ciò che è già presente nella struttura ereditata, me nel senso molto più radicale dell'”apertura” del passato stesso: il passato stesso non è semplicemente “ciò che è stato”, esso contiene potenziali nascosti, non realizzati, e l’avvenire autentico è la ripetizione/recupero di questo passato, non del passato come è stato, ma di questi elementi nel passato che il passato stesso, nella sua realtà, ha tradito, represso, non è riuscito a realizzare. In questo senso oggi si deve “ripetere Lenin”: scegliere Lenin come proprio eroe (per parafrasare Heidegger) non per seguirlo e fare la stessa cosa oggi, ma per ripeterlo/recuperarlo nel senso di portare alla luce le potenzialità non realizzate del leninismo. (Slavoj Žižek, In difesa delle cause perse)

Annunci

Informazioni su giovannitomasin

Giornalista professionista, scrivo abitualmente per il quotidiano Il Piccolo di Trieste. Archeologo di formazione, ho una passione inestirpabile per tutto ciò che è Mediterraneo.
Questa voce è stata pubblicata in Letteratura e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...