Vlad e i suoi amici

Pubblicato da Il Piccolo il 24 novembre 2013.

berlusconi_putin_3_280xfree

Galeotto fu quell’abbraccio rubato a Pratica di Mare. Testimoni oculari raccontano che l’amore che ha segnato circa un decennio di rapporti Italia-Russia sia nato dalla diplomazia delle “pacche sulle spalle” di Silvio Berlusconi. Nei giorni dello storico vertice romano del 2002, che ha stabilito il modus vivendi fra la Russia e la Nato, l’allora primo ministro italiano accoglieva i leader internazionali con effusioni proporzionali alla loro importanza. Quando sul tappeto blu comparve Vladimir Putin, Berlusconi accolse l’alleato strategico predestinato in modo irrituale, abbracciandolo come un vecchio amico e baciandolo sulle guance. L’algido ex ufficiale del Kgb, che non aveva mai visto prima quell’imprenditore milanese “prestato” alla politica, di primo acchito fu imbarazzato da tanto affetto. Poi dimostrò d’aver appreso la lezione: nel loro secondo incontro, a Mosca, anticipò Silvio avvicinandolo con il passo felpato del karateka e, prima che potesse fare qualcosa, lo agguantò per le braccia piazzandogli due baci sulle guance. I due, era chiaro, s’intendevano.

Silvio e Romano

Dal leggendario lettone alla foto con il colbacco, passando per la gaffe del mitra e i festeggiamenti sfrenati nella dacia di Soci, l’amicizia fra Putin e Berlusconi è ormai entrata a far parte del folclore che circonda entrambe le figure. Ma non si tratta soltanto di colore. I legami fra i due vanno ben oltre la semplice simpatia personale, e il rapporto del presidente russo con i politici italiani rispecchia il suo approccio pragmatico alle diplomazia, pronto ad assumere il volto più appropriato a seconda dell’occasione: il compagnone post-sovietico con Berlusconi, lo statista serio con Romano Prodi. Perché il Professore, chi l’avrebbe mai detto, è l’altro interlocutore preferito dall’uomo del Cremlino in Italia. Putin va fiero del legame instaurato con i due più acerrimi nemici della politica italiana. «Stimo molto Prodi, come stimo Berlusconi», ha ribadito in un incontro con il secondo svoltosi nel settembre di quest’anno. «Sì, so che tra voi non ci sono buoni rapporti – ha aggiunto davanti al suo imbarazzato interlocutore – ma Berlusconi è sotto processo perché vive con le donne, se fosse un gay nessuno lo avrebbe toccato con un dito».

Incontri romani

Battute a parte, le vere amicizie non si sciolgono mai. Non a caso, alla vigilia del vertice intergovernativo italo-russo a Trieste, Putin non solo sarà ricevuto a Roma dal Papa e dal presidente Giorgio Napolitano, ma dovrebbe incontrare anche i suoi due «vecchi amici» in privato. L’agenzia Ansa l’ha appreso da fonti politico-diplomatiche a Mosca. Dmitri Peskov, portavoce del Cremlino, non smentisce. «Non sono in grado ora di parlarne, non abbiamo ancora definito i dettagli», ha osservato Peskov senza tuttavia escludere la visita in forma privata ai due ex premier. L’udienza in Vaticano, alle 17, aprirà la visita di Putin in Italia. A seguire, in un hotel della capitale, dovrebbe esserci l’incontro con Prodi nelle sue vesti di «emissario speciale del segretario generale dell’Onu per la regione del Sahhel», come ha affermato il consigliere diplomatico del Cremlino Iuri Ushakov. Nel tardo pomeriggio Putin sarà ricevuto dal capo dello Stato al Quirinale, dove verrà offerta una cena in suo onore. Il presidente russo dovrebbe chiudere poi la giornata con l’amico Berlusconi a palazzo Grazioli.

Amore e affari

Gli incontri con gli ex premier sono dettati soltanto dalla nostalgia per i tempi andati? Forse. Resta il fatto che negli anni di governo di Silvio e Vladimir la russa Gazprom e l’italiana Eni hanno stretto accordi di valore strategico per l’approvvigionamento energetico europeo. Affari non da poco. Tanto che nei documenti della diplomazia americana svelati da Wikileaks Berlusconi viene definito «quasi il portavoce di Putin» in Europa. Il punto di vista americano centra, con la sua estrema sintesi, uno degli assi della politica estera berlusconiana: il tentativo di trovare interlocutori forti al di fuori dell’area dell’alleanza atlantica pur mantenendo lo stretto legame con gli Usa. Uno dei pochi aspetti di Berlusconi che Washington non ha mai digerito. Va detto che l’amicizia di Prodi con Putin non ha suscitato analoghi sospetti, per quanto è probabile che anche il Professore non sottovaluti il valore geopolitico dell’amicizia di uno degli uomini più potenti del pianeta. La disponibilità al dialogo con la Russia, in fondo, è una delle costanti della politica estera italiana. Quanto a Putin, per lui il rapporto umano è un canale della politica quanto gli affari. In Germania scoppiò uno scandalo quando si venne a sapere che l’ex cancelliere tedesco Gerhard Schröder, a pochi mesi dal termine del suo mandato, aveva accettato l’incarico di Gazprom a capo del consorzio incaricato di realizzare il gasdotto sotto il Baltico. Prodi stesso ha più volte rifiutato la richiesta di ricoprire un ruolo analogo per il gasdotto South Stream.

Da Mario a Enrico

Come andranno le cose fra Putin e il nuovo premier Enrico Letta? Con Monti, troppo filoamericano, pare che il feeling non fosse eccezionale. Ma fra l’attuale premier e il presidente russo c’è almeno un precedente singolare. Al G8 di San Pietroburgo di quest’anno, Enrico Letta ha avuto il privilegio poco invidiabile di rappresentare l’unico Paese incluso in due liste vicendevolmente incompatibili: quella dei Paesi contrari all’intervento militare in Siria, declamata da Putin, e quella dei Paesi favorevoli, firmata da Letta e presentata da Obama.

Annunci

Informazioni su giovannitomasin

Giornalista professionista, scrivo abitualmente per il quotidiano Il Piccolo di Trieste. Archeologo di formazione, ho una passione inestirpabile per tutto ciò che è Mediterraneo.
Questa voce è stata pubblicata in Giornalismo e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...