Corruptio optimi quae est pessima

illich

Io credo, come spero anche tu, in un Dio che si è incarnato e che ha dato al Samaritano, un essere immerso nella carnalità, la possibilità di creare una relazione attraverso la quale un incontro fortuito con uno sconosciuto è diventato la ragione della sua esistenza, nel momento in cui lui è diventato la ragione della sopravvivenza dell’altro – sopravvivenza non soltanto in senso fisico, ma in un senso più profondo, come essere umano. Questo non è un rapporto spirituale. Non è una fantasia. Non è semplicemente un atto rituale che genera un mito. Questo è un atto che prolunga l’Incarnazione. Proprio come Dio è diventato carne e nella carne si relazione con ciascuno di noi, così tu sei capace di relazionarti nella carne, come persone che si dice “ego” – e quando dice “ego” si riferisce a un’esperienza che è tutta sensuale, incarnata e terrena – con l’altro uomo che è stato percosso. Elimina dalla storia del Samaritano questa carnosa, corporea, carnale, densa, umorale esperienza del sé, e quindi del Tu, e avrai una bella fantasia liberal, che è qualcosa di orrendo: avrai la base su cui potersi sentire in dovere di bombardare il prossimo per il suo stesso bene. Questo uso del potere è ciò che io chiamo la corruptio optimi quae est pessima. Ciò che v’è di più glorioso – ma che, come possibilità di pensiero e di esperienza, resta sempre in un certo senso nell’ombra, nelle nuvole – si corrompe in un ideale democratico molto chiaro e molto potente.

Ivan Illich, I fiumi a nord del futuro (Quodlibet 2009)

Annunci

Informazioni su giovannitomasin

Giornalista professionista, scrivo abitualmente per il quotidiano Il Piccolo di Trieste. Archeologo di formazione, ho una passione inestirpabile per tutto ciò che è Mediterraneo.
Questa voce è stata pubblicata in Filosofia e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Corruptio optimi quae est pessima

  1. mondidascoprire ha detto:

    Bellissimo, è proprio una esperienza carnale l’incontro con Cristo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...